Talent attraction: cos’è e come farla al meglio

Come attirare i migliori candidati per la tua azienda

Rendere la propria organizzazione interessante e appetibile per i migliori lavoratori in circolazione è una delle missioni di ciascun ufficio HR. Il processo che permette a una impresa di attirare i talenti prende il nome di talent attraction e coinvolge moltissimi aspetti della vita in azienda, da quelli comunicativi alle politiche di welfare, che permettono di avvicinare persone di valore e comprendere se e come è possibile inserirle nel proprio contesto lavorativo.

Cosa si intende per talent attraction

Per comprendere meglio l’importanza di questo processo, è importante provare a darne una definizione: per talent attraction si intende la capacità di attrarre le personalità migliori per la propria azienda, sia nei momenti di ricerca attiva di nuovo personale, sia quando non vi è la necessità di inserire nuove figure in organico.

La talent attraction si compone di diverse fasi attuative: dall’employer branding al recruiting marketing, dalla strutturazione di una vera cultura aziendale, sino alla definizione dei benefit aziendali.

Il senso di tutte queste azioni è quello di costruire un racconto positivo e propositivo della realtà lavorativa, che privilegi i valori, la qualità dell’operato, la vision e la mission del brand, rendendolo davvero attraente per i candidati più ambiziosi.

A chi e a cosa serve la talent attraction

La talent attraction è utile a tutte le aziende che vogliono posizionarsi nel mercato come realtà attive e innovative, attente al benessere dei propri dipendenti e desiderose di crescere attraverso l’acquisizione di persone con competenze specifiche e un’attitudine capace di garantire un valore aggiunto alla propria organizzazione.

Non è solo una questione di immagine, ma di strutturare un approccio che punti a ottimizzare il dialogo tra le diverse aree aziendali e a valorizzare il potenziale dell’attività, rivolgendosi in modo trasparente e coinvolgente al pubblico di riferimento (dipendenti, competitor, clienti e candidati potenziali), confrontandosi con la concorrenza, le tendenze del mondo del lavoro e il contesto storico-sociale.

Parlare di welfare aziendale, sostenibilità, smart working, formazione, incentivi economici, obiettivi aziendali di medio e lungo termine, percorsi di crescita personali e di gruppo, significa rendere la propria impresa più moderna, dinamica e attraente per chi cerca un nuovo impiego o una realtà in grado di soddisfare a pieno le ambizioni lavorative e personali.

Vuoi scoprire le funzionalità e i servizi di LearK?

Richiedi un colloquio di 15 minuti e parla con un responsabile di LearK!

PRENOTA ORA IL TUO INCONTRO

Distinguere talent attraction e talent acquisition

Una volta compreso cosa sia la talent attraction, occorre distinguerla da un altro percorso articolato che si svolge internamente all’azienda e viene definito dalle divisioni HR: la talent acquisition

La prima, come abbiamo scritto, serve per avvicinare al brand nuovi potenziali lavoratori di qualità, attraverso diverse fasi che mescolano comunicazione e politiche gestionali; la seconda è il percorso che trasforma i potenziali nuovi collaboratori in candidati e infine, passando per l’inserimento del CV nei canali più adatti, una serie di incontri e colloqui, in nuovi dipendenti.

La talent acquisition è dunque la definizione dei passaggi che portano all’assunzione di un talento, attraverso una strategia che si attiva quando si ha la necessità di nuovi innesti in organico: questa segue la strategia di talent attraction, che invece è sempre attiva e si propone di rappresentare al meglio l’azienda per attirare l’attenzione del mercato e dei migliori talenti in modo continuativo.

Come fare talent attraction al meglio

Per fare talent attraction al meglio è fondamentale strutturare con attenzione il candidate journey, ovvero il percorso che il possibile collaboratore fa per arrivare all’azienda, scoprendone man mano le specificità.

Attraverso ogni passaggio, dai canali di comunicazione istituzionali, come il sito web e i social network, sino a quelli promozionali, come le attività pubblicitarie online e offline, i potenziali candidati acquisiscono consapevolezza dell’esistenza e delle peculiarità dell’azienda.

Ecco perché è cruciale pensare un piano di comunicazione cooordinato e multicanale, che coinvolga con messaggi e stili coerenti ogni piattaforma, raccontando la vision, la mission, le attività, le qualità, gli obiettivi e le opportunità che l’organizzazione offre. 

Questa vera e propria operazione di brand reputation è alla base della talent attraction e permette di coinvolgere i migliori talenti, avvicinandoli alla realtà aziendale. Ogni canale social deve essere costantemente aggiornato con contenuti che bilancino il racconto delle attività operative, del team e dei valori, nonché del posizionamento dell’impresa.

Il sito web, invece, deve dare il giusto spazio alla storia aziendale ma anche alle ultime evoluzioni della struttura, alla squadra di lavoro e alle posizioni aperte, favorendo l’invio di curriculum, anche spontaneo. In questo senso, uno strumento eccezionale è la sezione Lavora con noi, che può essere l’elemento distintivo capace di attirare le persone giuste e favorire la talent attraction, migliorando inoltre la brand reputation: proprio quello per cui è stato pensato il widget e software gestione cv di LearK.

Ora non resta che mettersi al lavoro e rendere la tua azienda la realtà lavorativa più ambita.

Raccogli i CV tramite il tuo sito grazie al nostro widget gratuito

Un "lavora con noi" innovativo e intelligente

Prova ora gratis il widget

Articoli correlati

10-08-2021

Onboarding aziendale, quel che succede dopo il colloquio di lavoro

Ogni processo di recruiting ha un’onda lunga, spesso poco considerata persino dagli addetti ai lavori, che coinvolge direttamente i responsabili delle risorse umane, che non si limitano a selezionare i nuovi dipendenti, ma devono anche gestirne l’onboarding.

Scopri di più
13-12-2021

Talent acquisition, quando il talento fa crescere le imprese

Si parla spessissimo di tecniche di recruiting, utili all’assunzione di nuovi dipendenti per la propria azienda, ma meriterebbe di essere approfondito l’intero percorso di talent acquisition, poco trattato persino dagli esperti di HR.

Scopri di più
08-03-2022

Welfare aziendale, cosa significa e cosa comporta

La diffusione dei piani di welfare aziendale è in continua crescita in Italia: i servizi sul mercato sono sempre più variegati, differenziati e personalizzabili, permettono alle imprese di offrire ai propri lavoratori strumenti utili ad accrescere il potere d’acquisto, a migliorare il benessere fisico e psicologico loro e delle loro famiglie.

Scopri di più