Seleziona personale qualificato con il recruiting marketing

Strumenti e strategie innovative, per trovare i profili migliori

Il mondo delle risorse umane e l’intero processo di recruiting stanno vivendo un cambiamento radicale, in parte dovuto a fattori contingenti (digitalizzazione, necessità di personale sempre più qualificato e con competenze verticale, la pandemia da COVID-19, il lavoro in modalità smart working, ecc.), in parte dovuto alla sempre più frequente contaminazione tra le attività di selezione e il marketing. Da qualche anno capita di imbattersi nella dicitura recruiting marketing, un processo avanzato per trovare personale qualificato. Di cosa si tratta, esattamente?

Tra recruiting e brand reputation, cos’è il recruiting marketing

Con il termine recruiting marketing si intende l’utilizzo di tecniche solitamente parte delle strategie di marketing e Digital Marketing all’interno del processo di selezione di nuovo personale aziendale, con l’intento di attrarre, coinvolgere e selezionare le migliori figure disponibili sul mercato.

La saturazione del settore, i moltissimi candidati e la carenza di qualifiche specifiche hanno portato a una vera e propria battaglia per aggiudicarsi i migliori talenti che, nonostante crisi economica e pandemica, sono sempre appetibili e richiestissimi.

Da parte loro, i professionisti più interessanti sono sempre più attenti a scegliere l’azienda giusta per loro, sempre più esigenti quando si parla di cultura e reputazione del futuro datore di lavoro, sempre più puntuali nell’informarsi circa le diverse realtà aziendali che li cercano.

I candidati assomigliano sempre più a veri e propri consumatori, o almeno si comportano come tali: cercare e trovare il lavoro giusto equivale a fare un acquisto importante, con fasi di scoperta, avvicinamento e approfondimento della nuova azienda, sino a metterla tra i luoghi di lavoro desiderati. Perciò è cruciale che i recruiter comincino a pensare come marketer, promuovendo non solo l’annuncio di lavoro scritto in modo efficace, ma organizzando strategie di brand reputation capaci di favorire il recruiting.

Vendere la propria realtà lavorativa, il marchio aziendale, attirare i migliori talenti con attività di promozione e awareness rientra tra i nuovi compiti degli HR. Pubblicità, azioni di comunicazione mirate a raccontare valori, vision e mission aziendali, partnership e iniziative di network sono tutte parti del lungo e corposo processo reputazionale a supporto della selezione del personale: ecco il recruiting marketing.

La fase centrale dell’inbound recruiting

La pandemia da COVID-19 ha sdoganato definitivamente la ricerca e i colloqui di lavoro a distanza e favorito di conseguenza tutte le attività di inbound recruiting, ovvero quei contenuti e quelle occasioni capaci di valorizzare lo status dell’azienda e dunque di incrementarne l’appetibilità agli occhi dei professionisti.

Guide utili per chi cerca lavoro, post creativi con suggerimenti e statement aziendali, webinar formativi ed eventi locali, infografiche dedicate, storytelling d’impresa che metta al centro i dipendenti e le loro esperienze, video-testimonianze capaci di coinvolgere i possibili candidati: tutti questi materiali, adeguatamente diffusi e sponsorizzati, sono perfetti per l’inbound recruiting.

Quali sono i vantaggi del recruiting marketing?

Innanzitutto attira le persone più preparate e motivate, desiderose di scegliere il loro prossimo ambiente lavorativo e di mettere le proprie qualità a disposizione di un’azienda con cultura e valori adeguati. In secondo luogo offre un vantaggio strategico, coltivando i contatti migliori e informandoli adeguatamente sul contesto aziendale. Infine, essendo un processo articolato secondo più touchpoint, permette di tracciare le azioni, orientare i percorsi e verificare l’efficacia di ogni iniziativa di recruiting.

L’impresa interessata a nuovi talenti organizza un vero e proprio ecosistema di recuiting marketing, online e offline, coinvolgendo ogni canale utile: dal sito web ai social media, dall’email marketing agli eventi fisici, passando dal generare interesse verso di sé al coinvolgimento sino all’assunzione di personale qualificato.

Raccogli i CV tramite il tuo sito grazie al nostro widget gratuito

Un "lavora con noi" innovativo e intelligente

Prova ora gratis il widget

Come funziona la rivoluzione di LearK per il lavoro

Digitalizzazione e innovazione sono due dei caratteri distintivi del recruiting marketing, gli stessi su cui si fonda LearK, che riorganizza completamente la ricerca e l’offerta del lavoro aiutandoti a trovare i candidati perfetti, avvicinando i profili più adeguati alle aziende più adatte per loro, efficientando le attività di marketing a favore della selezione del personale.

Utilizzando un software di gestione curriculum, grazie all’intelligenza artificiale e un algoritmo avanzato, Leark può aiutare a profilare in modo puntuale e sempre aggiornato i CV degli utenti, consentendo alle imprese di sondare un database in continua espansione, con filtri multipli e un’opzione per richiedere la formazione specifica di nuovo personale.

Un sistema che scardina lo schema annuncio-candidatura-colloquio, istituendo un flusso continuo di informazioni a disposizione delle imprese, che coinvolge i candidati con sollecitazioni, formazione e validazione delle competenze inserite.

Un sistema che traghetta il recruiting nel futuro.

Articoli correlati

18-02-2021

Cerchi un software innovativo per la gestione dei CV?

Ricevere, raccogliere e gestire i curriculum, nell’epoca digitale, è diventata un'attività sempre più complessa e dispendiosa. Ecco perché ci sono software dedicati esclusivamente a gestire i CV.

Scopri di più
27-04-2021

Come selezionare il personale tramite il recruiting online

La pandemia globale ha mutato radicalmente il mondo del lavoro, non solo nelle sue pratiche quotidiane, ma anche nelle modalità attraverso cui le aziende trovano, testano e poi scelgono le nuove persone da inserire in organico.

Scopri di più
17-06-2021

Definizione e caratteristiche della perfetta job description

Troppo spesso, anche nell’ambito delle risorse umane, si fa un uso scorretto di termini che hanno significati e contesti specifici: è il caso della confusione che ancora oggi generano le diciture job description e annuncio di lavoro.

Scopri di più