Come scrivere un annuncio di lavoro perfetto

Una guida pratica su cosa fare e cosa non fare

Sei alla ricerca di personale qualificato da aggiungere al tuo staff o alla tua azienda e vuoi trovare solo il meglio che il mercato del lavoro può offrire? Il raggiungimento di questo obiettivo dipende da molti fattori differenti, ma un buon punto di partenza può essere scrivere un annuncio di lavoro efficace, che si differenzia dalla job description.

Per farlo, può essere utile seguire qualche regola precisa, che aiuta a rendere chiaro il messaggio e a intercettare i profili più in linea con le tue esigenze.

Titolo, struttura e corpo dell’annuncio

Il primo focus da fare è sul titolo del job title.

Deve essere molto chiaro, capace di catturare l’attenzione del lettore e facilmente riconoscibile. Ciò significa essere sintetici, utilizzare termini facilmente inquadrabili da parte di chi legge, per indicare funzioni universali (es. Marketing manager, Operaio fresatore, Responsabile PR, Responsabile HR ecc.).

Chiunque, intercettando questa tipologia di titolo, capisce se e quanto risponde alle sue competenze e al suo profilo. Inoltre, è più probabile che un titolo scritto in questo modo risponda a precise ricerche da parte degli utenti e venga dunque visto più volte.

Il secondo punto d’attenzione riguarda la struttura del messaggio.

Deve essere leggera, pensata per essere vista e letta su smartphone e dispositivi mobili, capace di esprimere tutto quanto necessario in pochi paragrafi chiaramente organizzati. Ma come?

  • Breve introduzione: 20-40 parole attraverso cui descrivere la posizione aperta in modo semplice ma esaustivo, così che gli utenti capiscano immediatamente se il ruolo sia interessante e confacente al loro CV. Ad esempio: “Marketing Manager con almeno 5 anni di esperienza in ruolo simile, in agenzia o azienda del settore automotive attiva nel mercato B2B italiano ed europeo.”

  • Responsabilità della posizione: chi continuerà a leggere, troverà poi dettagli su che tipo di mansioni e impegno la tua azienda richiede per quel ruolo, così da valutare il proprio reale allineamento. Occorre essere sintetici ma esaustivi.

  • Competenze richieste: è qui necessario specificare, in un elenco schematico, le 5-10 caratteristiche principali delle skills fondamentali utili a ricoprire il ruolo. Questo elenco aiuta anche a escludere rapidamente chi non possiede le qualità minime richieste.

  • Inquadramento e agevolazioni: oltre a specificare la RAL annuale, i candidati si aspettano di sapere che tipo di premi e incentivi sono previsti per la posizione aperta. Cosa offre in più la tua azienda rispetto a contesti simili? Chiarire immediatamente questi dettagli aiuta la trasparenza ed evita spiacevoli incomprensioni in fase di colloquio.

  • Sede di lavoro: è importantissima per valutare l’accessibilità del posto di lavoro. In che modo si raggiunge l’ufficio o il polo produttivo? Ci sono trasporti pubblici? L’area offre altri servizi utili?

  • Azienda: qualche riga (30-60 parole) capace di riassumere visione, mission e peculiarità della tua realtà lavorativa, meglio se correlate al ruolo che si sta ricercando, aiutano i futuri candidati a orientarsi, indirizzando il loro interesse.

È importante rendere accattivante l’offerta di lavoro, facendo emergere l’essenziale, con uno stile asciutto ma accogliente, capace sia di usare termini tecnici precisi sia di suscitare interesse nelle figure a più alto potenziale.

Può aiutare mettersi nei panni di chi leggerà la tua offerta: si annoierebbe? Farebbe fatica a capire cosa sta leggendo? Impiegherebbe molto tempo a leggere l’annuncio? Se la risposta a queste domande è “Sì”, allora forse serve ricominciare da capo e riscrivere il tutto.

Con LearK trovi i candidati che stai cercando

Trova i profili da far crescere, secondo le richieste del mercato

Scopri ora

E se non dovessi più scrivere annunci di lavoro?

Non sarebbe bello (e molto comodo) se ci fosse una piattaforma capace di raccogliere, filtrare, catalogare una enorme mole di CV, aggiornarli automaticamente e poi fornirti quelli più affini alle esigenze, attraverso una semplice ricerca online? LearK fa esattamente questo attraverso un software di gestione cv, aiutandoti a trovare i candidati ideali per la tua azienda. Grazie a LearK, non serve più scrivere annunci di lavoro e attendere settimane per ricevere i curriculum adatti: oggi bastano pochi secondi e il gioco è fatto.

Articoli correlati

22-02-2021

Come trovare personale qualificato

Quando un’azienda ha bisogno di nuove professionalità è difficile fare la scelta giusta, trovare la persona adatta al ruolo e capace di inserirsi al meglio nel contesto.

Scopri di più
20-05-2021

Seleziona personale qualificato con il recruiting marketing

Da qualche anno capita di imbattersi nella dicitura recruiting marketing, un processo avanzato per trovare personale qualificato. Di cosa si tratta, esattamente?

Scopri di più
17-06-2021

Definizione e caratteristiche della perfetta job description

Troppo spesso, anche nell’ambito delle risorse umane, si fa un uso scorretto di termini che hanno significati e contesti specifici: è il caso della confusione che ancora oggi generano le diciture job description e annuncio di lavoro.

Scopri di più