Incentivi e agevolazioni, quanto costa assumere un dipendente?

I vantaggi per il 2021, dagli sgravi fiscali ai bonus per gli under35

Uno dei temi sempre caldi per gli HR è la valutazione corretta del costo di ciascuna nuova assunzione: per un calcolo preciso e una visione completa, utile a gestire il personale e a dare il giusto peso a ogni nuovo inserimento, è importante conoscere tutti gli aspetti normativi e burocratici, dai dettagli dei rispettivi CCNL agli sgravi e ai bonus previsti per le diverse categorie.

Cosa prevede il costo di un dipendente 

Quali elementi, dunque, incidono sul costo del lavoro? Innanzitutto va analizzato lo stretto legame tra cuneo fiscale e i costi di assunzione di ciascuna risorsa, rapporto che incide sui contributi INPS a carico dell’azienda e sul premio INAIL. Infine, vi sono i costi accessori.

Insomma, l’insieme di retribuzione minima conglobata, oneri previdenziali, oneri assistenziali e gli extra (premi, rimborsi ecc.) vanno a costituire l’intero esborso che l’impresa deve sostenere.

Lo stipendio si ottiene in base ai livelli del contratto collettivo nazionale, si articola in elementi fissi ed elementi variabili: nella prima categoria rientrano minimo tabellare, contingenza, elemento di retribuzione e scatti di anzianità, mentre nella seconda gli accordi specifici tra le parti.

I costi previdenziali sono la componente più onerosa per l’azienda, dipendono dal settore in cui opera e dalle sue dimensioni, dalla qualifica del nuovo lavoratore e dal suo stato giuridico, nonché dalla configurazione giuridica dell’impresa stessa. I contributi si calcolano in percentuale rispetto alla retribuzione lorda del dipendente e vanno a sommarsi al premio INAIL determinato dal rischio di infortunio sul lavoro (chiaramente variabile a seconda dell’impiego).

Se quanto detto sin qui è la prassi, nel corso dell’ultimo anno sono state previste specifiche agevolazioni per i nuovi assunti, così da sostenere la ripresa economica e il ritorno alla crescita dopo l’impasse del COVID-19.

LearK ti aiuta a selezionare i candidati ideali

Scarica la nostra guida sul colloquio perfetto

scarica gratis

Sgravi assunzioni 2021

La Legge di Bilancio 2021 ha reintrodotto incentivi per le assunzioni con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, per i lavoratori con età inferiore ai 36 anni, e per le assunzioni a tempo indeterminato per le donne disoccupate da lungo tempo, over50 oppure residenti in aree svantaggiate.

I plus per le aziende che vogliono svilupparsi e investire in nuova forza lavoro, dunque, ci sono, ma limitati ad alcune categorie e imprese specifiche. I datori di lavoro che vogliono usufruire degli sgravi devono infatti essere in regola con il versamento dei contributi, allineati al rispetto delle norme di sicurezza, applicare puntualmente il CCNL e non avere effettuato licenziamenti nello stesso periodo.

Esonero contributi per i giovani

Per chi assume giovani fino a 35 anni, la legge prevede un esonero del pagamento dei contributi INPS del 100%, con limite massimo di 6.000 Euro, per un periodo di 36 mesi. Questi giovani neo-impiegati non devono essere stati occupati a tempo pieno e indeterminato nel corso della loro intera esperienza lavorativa.

L’esonero riguarda i datori di lavoro privati, a esclusione della Pubblica Amministrazione, e volendo incentivare l’occupazione giovanile non coinvolge le assunzioni attraverso contratto intermittente o a chiamata, anche se a tempo indeterminato, né i rapporti di apprendistato. 

L’agevolazione sui contributi si applica, in modo proporzionale, anche in caso di rapporti a tempo parziale.

A essere escluse sono le contribuzioni come il fondo per i trattamenti di fine rapporto, i fondi di solidarietà bilaterali, lo 0,30% previsto per i fondi interprofessionali, i premi INAIL, i contributi di solidarietà per lo spettacolo e gli sportivi professionisti.

Inoltre, per le aziende che effettuano assunzioni a tempo indeterminato in Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria, Campania e Sardegna, la proroga per l’esenzione si allunga sino a 48 mesi.

Le agevolazioni per gli over50

Anche per i lavoratori con più esperienza ma attualmente senza impiego sono previste agevolazioni. Per chi assume over50 sono previsti sgravi contributivi pari al 50% ma anche un esonero del 100% fino a 6.000 Euro rivolto a chi assume donne over50 tra il 2021 e il 2022.

Lo sconto del 50% sui contributi per chi assume uomini o donne con più di 50 anni (e disoccupati da almeno 12 mesi) conferma quanto previsto dalla Legge Fornero (n.92/12), mentre il bonus per le lavoratrici è un tentativo di rilanciare l’occupazione femminile, che durante l’emergenza pandemica ha subito un drastico calo.

Possono accedere a questi vantaggi i datori di lavoro che, grazie alle nuove assunzioni, realizzano un incremento netto del numero dei dipendenti rispetto ai dodici mesi precedenti, che siano in regola con gli adempimenti contributivi, osservino le norme di sicurezza e rispettino il CCNL. 

Inoltre, la nuova assunzione non deve riguardare né un rapporto di lavoro intermittente, né essere l’attuazione di un obbligo precedente; l’azienda non deve violare il diritto di precedenza alla riassunzione di altri lavoratori né avere in atto processi di crisi o riorganizzazione che prevedano sospensioni dal lavoro per altri dipendenti.

Guadagna tempo e denaro, con il recruiting di LearK

Nel costo di gestione del personale forse dovrebbero essere considerati anche tutti gli sforzi dell’attività di ricerca del profilo ideale e gli eventuali contraccolpi per scelte rivelatesi poco fruttuose. 

Con LearK, gli HR hanno a disposizione uno strumento utile a rendere il processo di recruiting più preciso e consapevole, per selezionare i profili migliori, più adatti alla tua azienda, risparmiando tempo e denaro.

Questo grazie a un software di gestione cv in grado offrire in modo puntuale e sempre aggiornato i curricula degli utenti iscritti, arricchendo continuamente il proprio database e consentendo alle imprese di navigarlo con filtri multipli e un’opzione per richiedere la formazione di nuovo personale. Un vero valore aggiunto per le aziende.

Con il nostro widget gratuito raccogli CV sul tuo sito in modo automatico e organizzato

Sfoglia quando vuoi i curricula aggiornati

ottieni gratis il widget

Articoli correlati

27-04-2021

Come selezionare il personale tramite il recruiting online

La pandemia globale ha mutato radicalmente il mondo del lavoro, non solo nelle sue pratiche quotidiane, ma anche nelle modalità attraverso cui le aziende trovano, testano e poi scelgono le nuove persone da inserire in organico.

Scopri di più
20-05-2021

Seleziona personale qualificato con il recruiting marketing

Da qualche anno capita di imbattersi nella dicitura recruiting marketing, un processo avanzato per trovare personale qualificato. Di cosa si tratta, esattamente?

Scopri di più
17-06-2021

Il recruiting avanzato si fa con l’intelligenza artificiale

Uno dei trend più interessanti per gli HR e il mondo della gestione delle risorse umane è l’introduzione dell’intelligenza artificiale nei processi di selezione del personale.

Scopri di più