Come fare social recruiting con successo

Le piattaforme social come strumento per trovare nuovo personale

La pandemia globale e la diffusione capillare delle tecnologie di ultima generazione hanno imposto nuove dinamiche di lavoro, basti pensare a quella che ormai è diventata un’abitudine, lo smart working. Ma anche nel campo della selezione del personale, la tecnica del recruiting online si è posta come una scelta vantaggiosa sia per i candidati che per i recruiter.

Anche per questi aspetti è esploso un fenomeno conosciuto da quasi un decennio e già in forte ascesa: quello del social recruiting, ovvero dell’utilizzo dei social network per cercare, trovare e reclutare nuovi dipendenti per la propria azienda. 

Di cosa si tratta, esattamente?

Cos’è e come funziona il social recruiting

Pubblicare un’offerta di lavoro sui social network aziendali rientra tra i tanti compiti di chi si occupa di HR e, sempre di più, le piattaforme digitali coinvolgono quotidianamente le attività di chi in azienda gestisce i dipendenti sfruttando le strategie del recruiting marketing.

Il recruiting tramite LinkedIn, Facebook o Twitter, però, è un processo ben più articolato, che coinvolge spesso anche gli uffici marketing e comunicazione: rientra infatti in una più ampia strategia di presenza online dell’azienda, che capitalizza l’attività sui canali social, su blog e forum nel momento in cui ha bisogno di attrarre nuovo personale qualificato.

Dunque, il recruiting attraverso queste piattaforme comincia molto prima della pubblicazione dell’annuncio e prosegue, in senso lato, anche una volta terminata l’attività specifica, in un susseguirsi di post che comunicano la competenza, la cultura, i valori e il carattere dell’azienda, così da creare un bacino d’utenza legato al brand e potenzialmente interessato a diventarne parte attiva, come dipendente.

In questo percorso, il recruiter vero e proprio dialoga con il social media manager, con chi nell’organizzazione si occupa di comunicazione e marketing, procedendo per fasi coordinate in ogni aspetto.

Raccogli i CV tramite il tuo sito grazie al nostro widget gratuito

Un "lavora con noi" innovativo e intelligente

Prova ora gratis il widget

 Tutte le fasi del social recruiting

Quali sono i passaggi decisivi per il reclutamento 2.0?

  • Scegliere i canali più adatti
    Innanzitutto bisogna scegliere accuratamente i canali: ogni social network ha le sue peculiarità e offre specifici strumenti utili a trovare i profili più adatti alle esigenze delle aziende. 
    Facebook è il regno della visibilità orizzontale e ha una scheda per annunci piuttosto immediata, LinkedIn permette di profilare gli utenti per competenze/ruolo/età e altri parametri, con un’offerta lavoro iper-dettagliata, e creare una scheda annuncio dove è possibile dare particolari puntuali su ogni aspetto dell’offerta, dalle responsabilità alle competenze, sino alla retribuzione e ai benefit. Twitter e Instagram possono più che altro fare da cassa di risonanza.

    Scegliere significa anche presidiare: per questo il social recruiting viene inglobato nelle strategie di comunicazione digitali dell’azienda e ogni decisione va valutata secondo il piano di comunicazione generale, le forze professionali e di budget pubblicitario a disposizione. 
  • Dichiarare in modo chiaro chi stiamo cercando
    Brevità e precisione sono fondamentali per sfruttare al meglio le dinamiche dei social più immediati, come Facebook, Twitter o Instagram. Può essere saggio accompagnare la descrizione della posizione aperta con una grafica personalizzata e ad alto impatto comunicativo, e aggiungere il riferimento al proprio sito aziendale, o direttamente alla pagina “lavora con noi”, così che i potenziali candidati trovino informazioni utili sia sull’azienda, sia sull’opportunità di lavoro.

    Indipendentemente dal mezzo utilizzato, più precise sono le informazioni fornite da chi gestisce il recruiting, maggiore è la qualità della risposta da parte degli utenti. L’attenzione e il tempo profusi in fase di realizzazione della job description sui social verranno perciò risparmiati nella fase di scrutinio e prima selezione dei CV.

  • Raccogliere le candidature
    Non meno importante delle precedenti è la fase di raccolta dei CV inviati dagli utenti interessati all’offerta di lavoro.
    Ogni azienda deve quindi provvedere a organizzare, schedare e confrontare i CV ricevuti, così da poter procedere con più consapevolezza ed efficacia alla prima selezione e scovare i candidati migliori.

Vantaggi e svantaggi del social recruiting

Vale dunque la pena di sfruttare la capillarità e l’esposizione dei social network per cercare nuovi dipendenti di valore? La risposta, senza ombra di dubbio, è sì. Per quanto canali come Facebook o Instagram possano sembrare distanti dalle dinamiche di HR e recruiting, infatti, permettono di raggiungere moltissime persone, di dare visibilità e popolarità al proprio marchio e alle sue attività di reclutamento, mostrando inoltre una cultura organizzativa moderna e digital, oggi particolarmente apprezzata.

Bisogna però fare attenzione ai dettagli, non solo estetici o informativi, ma strategici: un piano di comunicazione multicanale per la scoperta di nuove professionalità va organizzato al meglio in ogni passaggio, dai post dedicati all’annuncio vero e proprio, dalla promozione alla raccolta delle informazioni, con un’assistenza dedicata a chi chiede specifiche ulteriori

Per questo diventa fondamentale integrare le piattaforme e gestire l’operazione con sistemi specifici, che permettono di raccogliere, organizzare, confrontare e aggiornare automaticamente i curricula dei candidati nel tempo, nonché di ricercare le figure ideali (o formarle) tramite sistemi digitali avanzati. 

Proprio quello che permette di fare LearK, registrandosi gratuitamente o abbonandosi. Scopri di più.

Ecco come funziona il widget di LearK

Raccogli i CV in modo automatico e organizzato, senza sforzo. Sfoglia il tuo archivio di CV online sempre aggiornati e approfitta di un sistema GDPR compliance che gestisce i dati rispettando la Privacy. Migliora la visibilità online: puoi condividere il tuo widget con chi vuoi, quando vuoi su tutti i canali social, aumenta la possibilità di trovare i candidati ideali per la tua azienda.

Vuoi scoprire le funzionalità e i servizi di LearK?

Prenota un incontro di 15 minuti e parla con un responsabile di LearK!

Prenota ora il tuo incontro

Articoli correlati

27-04-2021

Come selezionare il personale tramite il recruiting online

La pandemia globale ha mutato radicalmente il mondo del lavoro, non solo nelle sue pratiche quotidiane, ma anche nelle modalità attraverso cui le aziende trovano, testano e poi scelgono le nuove persone da inserire in organico.

Scopri di più
20-05-2021

Seleziona personale qualificato con il recruiting marketing

Da qualche anno capita di imbattersi nella dicitura recruiting marketing, un processo avanzato per trovare personale qualificato. Di cosa si tratta, esattamente?

Scopri di più
17-06-2021

Definizione e caratteristiche della perfetta job description

Troppo spesso, anche nell’ambito delle risorse umane, si fa un uso scorretto di termini che hanno significati e contesti specifici: è il caso della confusione che ancora oggi generano le diciture job description e annuncio di lavoro.

Scopri di più